Video Streaming con FFMpeg

31 luglio 2014

Streaming con FFMPeg su Ustream

Fare streaming su piattaforme “note” con linux e’ abbastanza facile ed e’ assodato che con un browser web, una webcam ed il plug-in flash funzionante, tutte le piattaforme piu’ famose hanno una loro “pagina” del loro portale web per iniziare a trasmettere.
Questo pero’ implica di dover assegnare preziose risorse del vostro computer a:
Interfaccia grafica
Browser web
Plug-in Flash

In realta’ (almeno con Ustream, ma penso che la situazione non sia differente con alre piattaforme) quello che vi serve e’ solo una webcam, una scheda audio, una distribuzione linux non troppo datata ed una recente versione di ffmpeg.

Lo script che dovrete lanciare e’ piu’ o meno questo:
#---------------------------------------------------------
RTMP_URL=rtmp://1.17022938.fme.ustream.tv/ustreamVideo/ilnumerodelvostrocanale
KEY=lavostrachiave-cercatesuiparametridelvostroaccount

# setta il sistema a PAL
#v4l2-ctl -s PAL-I
v4l2-ctl --set-standard=pal

#setta l'ingresso del device 0 al video composito
v4l2-ctl -d /dev/video0 -i 1

# setta la dimensione del frame con codifica del pixel 422
#v4l2-ctl --set-fmt-video=width=720,height=576,pixelformat=2
v4l2-ctl --set-fmt-video=width=640,height=480,pixelformat=2

while true;
do
#--------------- scheda numero 2 (individuate quella giusta con alsamixer) ------------------
ffmpeg -f video4linux2 -i /dev/video0 -f alsa -ac 1 -ar 44100 -i hw:2,0 -f flv "${RTMP_URL}/${KEY} flashver=FME/2.5\20(compatible;\20FMSc\201.0)"

sleep 10

done;
#--------------------------------------------------------

pero’ spesso ALSA scambia l’ordine delle schede audio e alle volte nei server gli slot pci/pci-e sono pochi.
Io ho risolto con una scheda audio con 10 ingressi mono (o 5 stereo). Come server audio ho utilizzato Jack poiche’ i singoli ingressi/uscite sono indirizzabili singolarmente.

A questo punto la riga di ffmpeg va sostituita con questa:

#--------------- jack connesso ad ingresso "Ustream" normalmente system 5 (e 6 se stereo ac=2) -----------------
ffmpeg -f video4linux2 -i /dev/video0 -f jack -ac 1 -i Ustream -f flv "${RTMP_URL}/${KEY} flashver=FME/2.5\20(compatible;\20FMSc\201.0)"

potrete assegnare dal pannello di controllo di jack (io uso qtjack) gli ingressi analogici del vostro canale video alla presa “virtuale” Ustream e tutto andra’ alla grande :D

Spero che vi sia utile, un saluto

Federico

XP Addio! Sabato 14 Giugno alla BCT

9 giugno 2014

L’8 Aprile è terminato il supporto a Windows XP e Office 2003. Microsoft non fornirà più supporto, aggiornamenti, migliorie del sistema operativo comunque ormai vecchio di 12 anni.

XP-Morto photo XP-Morto_zps18382b10.png

Non devi buttare il PC, basta passare al Software Libero!

XP-Addio1_mini photo Pannello-LUG_resized_zpsebcf7b5a.jpegXP-Addio2_mini photo Pannello-LUG2_resized_zps02ef7590.jpegXP-Addio3_mini photo Pannello-LUG3_resized_zps68e86e71.jpeg

In occasione del cessato supporto da parte della Microsoft al diffusissimo Sistema Operativo Windows XP, la nostra associazione ha deciso di organizzare un evento dedicato alla presentazione di una serie di Sistemi Operativi Liberi basati su GNU/Linux che costituiscono una valida alternativa, specie su computer datati spesso inadatti ai nuovi sistemi della casa di Redmond.

L’evento, che fa eco ad analoghe iniziative tenutesi sul territorio nazionale, vuole anche sensibilizzare la popolazione sui rischi connessi all’uso di un Sistema Operativo chiuso soggetto alla interruzione del supporto da parte della Software House che lo ha prodotto.

PROGRAMMA:
09.30 Saluti iniziali e presentazione dell’evento
10 – 11 Windows XP, fine della vita di un Sistema Operativo: rischi connessi all’uso di un prodotto discontinuato.
11 – 12 Presentazione dell’alternativa Open Source: Linux per il computer di casa e dell’ufficio.
12 – 13 Sistemi Operativi Chiusi ed Aperti a confronto: navigare e usare il PC senza prendere Virus.

Si precisa che l’ingresso all’evento è totalmente gratuito.

Vi aspettiamo numerosi Sabato alle 9.30 alla Biblioteca Comunale di Terni.

 

Sostituzione controller SATA/SAS originale con PERC5 Hardware RAID controller (DELL 2950)

5 maggio 2014

Tempo fa’ presi usato su internet un bel server DELL (2 xeon a 3GHz e 16 Giga di ram) che pero’ era senza dischi (ma aveva i caddy per installari un qualunque disco sata) e con il semplice controller sata/sas.
Nessun problema a gestire un RAID software con una qualsiasi distribuzione linux (io c’avevo messo una Debian 7), ma qualche giorno fa’ il controller ha iniziato a dare segni di guasto ….
Appena in tempo di fare il backup dei dati importanti che il controller e’ “schioppato” :D
Vabbe’ con l’occasione mi prendo da internet un controller piu’ prestante (il famoso PERC della DELL) e tiro su un bel server KVM.
Arrivato il controller iniziamo l’installazione.
1) scollegare i cavi di alimentazione dal retro del server e aprite il coperchio superiore. (a sinistra il controller guasto installato e a destra il controller perc appocciato sopra la sua bustina)

dell 2950. sinistra allogiamento controller sata/sas guasto. destra controller RAID (PERC) da installare

2) scollegate il cavo del BACKPLANE dal controller guasto e agendo sulla leva AZZURRA, sfilate il controller dall’alloggiamento PCI express (se e’ duro agite con un cacciavite facendo leva tra’ metallo del case e plastica della leva azzurra … non toccate contatti e circuiti …)

3) una volta estratto il controller, dovremo smontare l’elettronica del controller guasto dal caddy, per poterci alloggiare il controller nuovo.

controller sata/sas guasto da rimuovere dal caddy per poterci inserire il nuovo controller PERC

…. per smontarlo svitiamo le due viti che trattengono il PCB alla slitta di metallo (queste due in alto)

viti da rimuovere per estrarre il controller guasto dal suo caddy

4) a questo punto estraiamo il controller dal caddy (va’ sfilato dal binarietto che vedete in basso) ed inseriamo il nuovo controller nella slitta.

PERC pronto per essere avvitato sul caddy del controller

… forse noterete che questo controller RAID hardware, ha un cavetto in piu’ di quello “semplice” (ed ora guasto) in dotazione con il server.

dopo vedremo come collegarlo, ma il connettore del cavetto del “backplane” che avete scollegato dal controller guasto, e’ nascosto sotto la ram dedicata al processore che gestisce il raid in hardware sul controller … lo potete vedere in questa foto:

connettore del cavo “backplane”

Per poter lavorare meglio, estraiamo la ram dal suo alloggiamento ….

PERC senza barra ram … rivela il connettore per il backplane

5) a questo punto installiamo il cady con il nuovo controller nell’alloggiamento PCI express del server, facendo attenzione che il caddy si inserisca negli appositi fermi/guide presenti sulla struttura metallica del server.

PERC montato. Cavetto di controller dei dischi (argento) connesso al controller, sconnesso dal backplane. Cavetto di controllo del backplane (nero), connesso al backplane e sconnesso dal controller.. Ram e batteria tampone del controller non instalalte (ancora)

6) e’ ora di connettere i vari cavi. Nessun problema per il cavo nero del backplane (se il connettore non entra potreste averlo capovolto … non forzate e leggete le etichette incollate sopra allo stesso connettore).

connettore del backplane installato con semplicita’

… un po’ piu’ complicato per il cavetto di controllo dei dischi ….. perche’ la DELL ottimizza tutto ed il cavetto che avevo io per un server con dischi da 2.5 pollici …. nessun problema, non sara’ elegantissimo, ma aprendo il guscio del connettore si recupera qualche centimetro e tutto e’ ok.

cavo controllo dischi installato (ma il guscio del connettore e’ stato aperto perche’ il cavetto era corto)

… Interessante notare che il connettore E’ LO STESSO per server con dischi da 2.5 pollici o da 3.5 pollici, ma in un caso o nell’altro dovete ruotere il connettore di 180 gradi :D

7) Non ci resta che ricollegare la batteria tampone che permette al controller di mantenere i settaggi dei dischi anche dopo giorni di mancata accensione (o di blackout) ……

installazione batteria tampone

8) e rimettere la RAM nel suo alloggiamento.

rimessa la ram nello slot del PERC

9) se avete fatto tutto bene … e se siete fortunati, accendete il vostro server (dopo aver ricollegato i cavi di alimentazione) ed iniziate a configurare il vostro nuovo fiammante controller RAID hardware.

inizializzazione dei dischi del PERC in corso

PS: …. se potete mettete sempre un disco in Hot Spare …. potrebbe salvarvi le chiappe in qualche occasione :D

Streaming Player con Netbook riciclato

29 gennaio 2014

 

Riciclare un netbook di 10 anni fa’ per fare un network player audio solido come una roccia.
Hardware: Asus EEEPC 701 – celeron 900 – 1GB ram – 4GB SSD
Software: S.O. Debian 7 32 bit – Mplayer

costo: 0 Euro

Inizio corso di programmazione Gambas3 [livello base]

4 dicembre 2013

Con molto piacere il Terni Linux user Group di Terni iniziera’ questo martedi’ 4 dicembre il suo primo corso di Gambas.
Gambas e’ un linguaggio di programmazione di tipo RAD (Rapid Application Developing) che permette con un approccio molto visuale di iniziare a scrivere piccole applicazioni Linux.

il logo di gambas

L’idea di base e’ quella del “vecchio” Visual Basic della microsoft, che grazie al suo ambiente di sviluppo efficiente ed intuitivo ha permesso a molti ragazzi di avvicinarsi al mondo della programmazione nel mondo Windows.

L’inizio del corso e’ previsto per le 22:30 di mercoledi’ 4 Dicembre 2013.
E’ necessario portarsi il proprio computer portatile con installato un sistema operativo linux … la versione piu’ recente possibile ….

Inizieremo dall’installazione di Gambas ed i suoi moduli per poi fare una rapida analisi dell’ambiente di sviluppo.
Non e’ necessaria alcuna precedente esperienza di programmazione.

L’ingresso e’ libero ma gli spazi sono limitati e quindi … se va bene …. staremo strettini ;-)

Se potete mandare un’email a info@ternignulug.org per confermare la vostra presenza, sareste molto gentili.

 

l’interfaccia di programmazione di gambas 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

riferimenti: http://gambas.sourceforge.net/en/main.html

la comunita’ italiana di gambas: http://www.gambas-it.org/

il manuale in inglese: http://beginnersguidetogambas.com/

per prenotazioni: info@ternignulug.org